Crea sito

Creare un documento

La barretta verticale che vediamo lampeggiare, in alto a sinistra nello spazio bianco, prende il nome di cursore. Il punto in cui lampeggia il cursore è il punto in cui appare il carattere che digitiamo sulla tastiera. Quando digitiamo un carattere il cursore si sposta verso destra.

Creiamo ora il nostro primo documento. Digitiamo il seguente testo:

Questo è il mio primo documento.

Dobbiamo scrivere la prima parola che è Questo. La lettera Q è scritta in maiuscolo. Ricordiamo che per scrivere le lettere maiuscole bisogna premere il tasto delle maiuscole SHIFT e tenendo premuto questo tasto, dobbiamo digitare la lettera che vogliamo scrivere in maiuscolo, in questo caso la Q. Successivamente lasciamo il tasto delle maiuscole e digitiamo la lettera u. In questo modo scriviamo anche le altre lettere della parola. Abbiamo scritto la nostra prima parola. La parola successiva è la parola è. Tra la parola Questo e la parola è troviamo uno spazio che facciamo premendo la barra spaziatrice. Successivamente scriviamo la parola è. Se durante la digitazione dovessimo compiere degli errori, possiamo utilizzare il tasto BACKSPACE per cancellare il carattere alla sinistra del cursore e il tasto CANC per cancellare il carattere alla destra del cursore

Tasto BACKSPACE e tasto CANC

Figura 10. Tasto BACKSPACE e tasto CANC

 

Inseriamo tutta la frase. Al termine il documento appare come nella figura sottostante

Prima frase

Figura 11. La nostra prima frase

 

Quando abbiamo terminato di scrivere, premiamo il tasto INVIO della tastiera. In questo modo andiamo a capo e creiamo un nuovo paragrafo. Ora, dobbiamo salvare il documento perché se, per qualsiasi motivo, si dovesse spegnere il computer, perderemmo tutto il nostro lavoro in quanto, per ora, esso è memorizzato solamente nella memoria RAM e sappiamo che la memoria RAM è una memoria volatile il cui contenuto si perde quando viene spento il computer.

Se osserviamo la barra del titolo leggiamo il testo:

Senza nome 1 – LibreOffice Writer.

Senza nome è il nome che viene assegnato automaticamente ad un documento che stiamo creando, mentre LibreOffice Writer è il nome del programma con cui stiamo creando il documento

barra del titolo

Figura 12. Barra del titolo

 

Vogliamo salvare il documento con il nome Esercizio 1 e lo vogliamo salvare nella cartella con il nostro nome e cognome (creata precedentemente nel modulo di Ubuntu), dentro una cartella che chiameremo Documenti Writer. Per salvare il documento spostiamoci nella barra dei menù e dalla voce File scegliamo Salva con nome... Si apre la finestra Salva. In questa finestra, nel campo Nome: inseriamo Esercizio 1. Tramite il riquadro laterale a sinistra nella finestra, ci spostiamo nella cartella con il nostro nome e cognome. Clicchiamo sul pulsante Crea cartella, in alto a destra, per creare la cartella Documenti Writer. Appare la scritta con sfondo arancione Digitare il nome della nuova cartella. Digitiamo Documenti Writer, che sostituisce la scritta precedente. Confermiamo cliccando in uno spazio vuoto sotto la cartella Alfabeto

Creazione cartella Documenti Writer

Figura 13. Creazione cartella Documenti Writer

 

In questo modo entriamo dentro la cartella Documenti Writer. Quindi, cliccando sul pulsante Salva, in basso a destra, il percorso completo della cartella in cui verrà salvato il file sarà /home/anerina/Documenti/Anerina Sogus/Documenti Writer, come possiamo vedere dalla barra di navigazione Salva in: dove la cartella in cui verrà salvato il file è l'ultima con il nome in grassetto

Percorso cartella

Figura 14. Cartella in cui verrà salvato il file

 

Clicchiamo poi nella casella a discesa dove appare la scritta Tutti i formati e nell'elenco che viene visualizzato scegliamo la voce Documenti di testo ODF (.odt). Possiamo anche non fare questo passaggio perché comunque i file creati con Writer vengono salvati in automatico in questo formato, ma in altri casi può essere importante poter scegliere in quale formato salvare il file

Elenco formato file

Figura 15. Elenco di tutti i formati

 

Infine clicchiamo sul pulsante Salva

Finestra Salva

Figura 16. Finestra Salva

 

Ora, se osserviamo la barra del titolo, non troveremo più come nome del documento Senza nome 1, ma Esercizio 1.odt

Nuovo nome

Figura 17. Barra del titolo con nuovo nome

 

Facciamo una prova per vedere se abbiamo salvato il documento. Chiudiamo e riapriamo il file. Per fare questa operazione chiudiamo il documento, ma non il programma. Per fare questo clicchiamo sulla voce File nella barra dei menù. Si apre il menù File. Tra le varie voci di questo menù troviamo Chiudi e Esci da LibreOffice. La differenza è la seguente:

  • Chiudi - permette di chiudere il file su cui si sta lavorando, ma lascia aperto il programma;
  • Esci da LibreOffice - permette di chiudere sia il file che il programma.

Chiudiamo il documento andando su FileChiudi. Il documento viene chiuso e viene visualizzata l'interfaccia iniziale di LibreOffice, ma questa volta, a differenza dell'interfaccia iniziale vista precedentemente è presente una miniatura del file Esercizio 1.odt che abbiamo creato in precedenza. Per aprire un documento esistente possiamo cliccare sulle miniature presenti nel riquadro più grande, in questo caso solo una perché abbiamo creato un unico file. Se posizioniamo il mouse sopra la miniatura notiamo, in alto a destra di questa, la presenza di un'icona a forma di x che, cliccandoci sopra, permette di eliminare la miniatura. In questo modo possiamo eliminare le miniature dei file che non utilizziamo più

Aprire un file esistente

Figura 18. Aprire un file esistente

 

Per aprire un file possiamo anche cliccare sulla voce Apri file nel riquadro laterale. Si apre la finestra che permette di navigare tra le cartelle alla ricerca del file desiderato. Clicchiamo quindi sulle cartelle che fanno parte del percorso del file sino a raggiungere la cartella che contiene il file. A questo punto possiamo fare doppio clic sul file per aprirlo oppure selezionare il file e poi cliccare sul pulsante Apri in basso a destra

Aprire un file esistente

Figura 19. Finestra Apri

 

Se osserviamo il documento che si è aperto, vediamo che il cursore lampeggia all'inizio del file

Documento aperto

 

Figura 20. Documento aperto

 

Per spostare il cursore all'interno del documento possiamo utilizzare il mouse, cliccando nel punto in cui desideriamo spostare il cursore, oppure i tasti freccia della tastiera a seconda del punto in cui desideriamo spostare il cursore. Spostiamo il cursore alla fine del documento premendo i tasti CTRL + FINE

Ctrl + Fine

Figura 21. Tasti Ctrl + Fine

 

3 Modificare un documento

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sull'apposito pulsante