Crea sito

Backup

La parola inglese backup vuol dire copia di sicurezza. Fare il backup dei dati è importante per prevenire la perdita dei propri dati. É importante memorizzare il backup dei dati in una memoria esterna perché, se la memoria del nostro computer si danneggia, abbiamo a disposizione i dati nella memoria esterna e possiamo recuperarli. Fare il backup significa perciò copiare dei file dal disco rigido (hard disk, memoria), su un altro supporto, come ad esempio una pennina USB. Si può fare il backup di un solo file o dell'intero contenuto di un disco. In genere si fa il backup di tutta la cartella Home. L'icona dell'applicazione Backup rappresenta una cassaforte. Immagine che richiama l'idea di mettere in sicurezza

Icona Backup

Figura 260. Icona Backup

 

Per capire meglio come funziona il programma di backup, ne facciamo uno. Facciamo il backup della cartella con il nostro nome e cognome.

Nella cartella Documenti, che si trova nella Home, creiamo una cartella e gli assegniamo il nome file di backup. Diversamente, in automatico, i file di backup finiscono nella cartella deja-dup che si crea in automatico nella cartella Home dell'utente.

Andiamo sulle Impostazioni di sistema e clicchiamo sull'icona Backup. Si apre l'applicazione Backup in una finestra che presenta quattro aree:

  • Panoramica – da qui possiamo impostare il ripristino di un backup esistente o attivare un backup. In questa scheda si può decidere di attivare/disattivare i backup automatici impostando ad ON oppure ad OFF il pulsante posto in alto a destra. Backup automatici significa che il backup inizierà in un preciso momento (impostato precedentemente da noi) in modo automatico

Panoramica

Figura 261. Panoramica impostazioni di backup

 

  • Cartelle da salvare – in questa zona impostiamo quali sono le cartelle che vogliamo includere nel backup. In automatico viene impostata l'intera Home, ma abbiamo detto che vogliamo fare un backup della cartella con il nostro nome e cognome. Quindi clicchiamo sul + e nella finestra che si apre, navighiamo tra le cartelle e selezioniamo la cartella con il nostro nome e cognome. Successivamente selezioniamo la Home sul riquadro di backup e clicchiamo sul per eliminarla

Cartella da salvare

Figura 262. Cartella di cui fare il backup

 

  • Cartelle da ignorare – in quest'area dobbiamo inserire le cartelle, contenute nella cartella da salvare, che vogliamo ignorare. Se vogliamo ignorare delle cartelle. Ad esempio, possiamo decidere di non fare il backup della cartella P che contiene i tre file Paperina.jpg, Paperino.odt, Pluto.ods

Cartella da ignorare

Figura 263. Cartelle da ignorare

 

  • Posizione di archiviazione – in quest'area impostiamo in quale cartella andranno archiviati i file di backup. Cliccando sul pulsante Scegli cartella... selezioniamo la cartella file di backup che abbiamo creato in precedenza nella cartella Documenti

Posizione di archiviazione

Figura 264. Posizione di archiviazione

 

  • Pianificazione - In quest'area possiamo impostare quando far partire un backup in modo automatico e per quanto tempo mantenere i file di backup. Anche in questo caso non facciamo modifiche. Il backup che noi andiamo a fare sarà di tipo manuale e non automatico

Pianificazione backup

Figura 265. Pianificazione backup

 

Spostiamoci nuovamente nella scheda Panoramica. Per effettuare il backup clicchiamo sul pulsante Esegui backup adesso...

Si apre la finestra Esegui backup dove è possibile impostare una password in modo da proteggere i nostri dati di backup nel momento in cui vengono ripristinati. Praticamente, soltanto noi che conosciamo la password possiamo ripristinare i file. Dal momento che non ci interessa impostare una password, selezioniamo Consentire il ripristino senza una password e clicchiamo sul pulsante Continua, in basso a destra

Esegui backup

Figura 266. Esegui backup

 

Successivamente veniamo informati della creazione del backup

Creazione backup

Figura 267. Creazione backup

 

Quando il backup termina, la finestra viene chiusa automaticamente e appare a video un messaggio che ci informa dell'avvenuto backup

Messaggio backup completato

Figura 268. Messaggio backup completato

 

Se andiamo a controllare all'interno della cartella file di backup vediamo che sono presenti tre file che contengono i dati del backup che abbiamo appena craeto e che servono per ripristinare i dati

File creati dal backup

Figura 269. File creati dal backup

 

Supponiamo che stiamo lavorando al computer e che per qualsiasi motivo modifichiamo il contenuto della cartella con il nostro nome e cognome. Supponiamo ad esempio che per errore eliminiamo in modo permanente le cartelle C G M (eliminiamole) e modifichiamo il contenuto della cartella P eliminando il file Paperina.jpg (questa è una modifica voluta)

Situazione post backup

Figura 270. Situazione dopo il backup

 

Se abbiamo fatto un backup non ci dobbiamo preoccupare. Andiamo nuovamente in Impostazioni di sistema → Backup. Vogliamo ripristinare le cartelle C G M quindi clicchiamo sul pulsante Ripristina... Si apre una nuova finestra dove dobbiamo impostare da quale punto effettuare il ripristino. Dal momento che noi abbiamo i file di backup nella cartella file di backup attraverso il pulsante Scegli cartella... selezioniamo questa cartella, se non già selezionata, e clicchiamo sul pulsante Avanti presente in basso a destra

Ripristina backup

Figura 271. Ripristino file di backup

 

Il programma inizia a fare il controllo dei backup presenti

Controllo backup

Figura 272. Controllo dei backup presenti

 

Dopo aver fatto questo controllo, appare una finestra che elenca le date in cui sono stati effettuati i backup e ci invita a selezionare una data. Per vari motivi, potremmo avere la necessità di riportare i file del computer alla stato in cui erano in una certa data. Noi abbiamo un unico backup e quindi lasciamo la data presente. Clicchiamo sul pulsante Avanti presente in basso a destra

Selezione data backup

Figura 273. Selezione della data del backup

 

Ci viene poi chiesto dove ripristinare i file. Possiamo scegliere di ripristinarli nella cartella dove si trovavano nel momento in cui abbiamo fatto il backup oppure di ripristinarli in una nuova cartella. Scegliamo di ripristinare i file nella posizione originale e clicchiamo sul pulsante Avanti

Dove ripristinare?

Figura 274. Scelta della posizione di ripristino

 

Ci viene presentata una finestra di riepilogo dove possiamo controllare se le scelte effettuate per quanto riguarda la posizione in cui trovare i file di backup, la data dalla quale vogliamo ripristinare i file e la cartella in cui posizionare i file ripristinati siano corrette. Dopo aver verificato che i dati sono corretti, clicchiamo sul pulsante Ripristina

Impostazioni ripristino

Figura 275. Impostazioni di ripristino del backup

 

Inizia il ripristino dei file. Cliccando su Dettagli possiamo vedere come procede il ripristino

Dettagli ripristino

Figura 276. Dettagli ripristino

 

Dopo qualche istante, la durata dipende da quanti file dobbiamo ripristinare, appare il messaggio che informa che il ripristino è terminato e che i file sono stati ripristinati in modo corretto. Clicchiamo sul pulsante Chiudi

Ripristino terminato

Figura 277. Ripristino terminato

 

Vediamo che le cartelle C G M sono state ripristinate, mentre la cartella P che avevamo escluso dal backup non ha modificato il suo contenuto, anche se nel momento in cui abbiamo fatto il backup erano presenti tre file

Situazione dopo il ripristino

Figura 278. Situazione dopo il ripristino

 

31.20 Dettagli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sull'apposito pulsante