Crea sito

Proprietà di file e cartelle

Che cos'è una cartella? Ricordiamo che una cartella virtuale è un contenitore dove noi mettiamo tutti i nostri fogli come facciamo per una cartella reale. Al suo interno, possiamo mettere i nostri documenti di diverso tipo, come ad esempio: un foglio che contiene un testo; un foglio che contiene una foto, un foglio che contiene dei numeri. Tutti questi fogli possono essere messi in un unica cartella oppure possiamo creare tante cartelle quanti sono i diversi tipi di documento e inserire, queste cartelle, in un unica cartella. Facendo il paragone tra cartelle reali e cartelle virtuali possiamo dire che i fogli possono essere paragonati ai file che noi creiamo. Quindi un file che contiene una foto è come il pezzo di carta su cui è stampata la foto, un file che contiene del testo è come un documento scritto ecc. ecc.

Abbiamo precedentemente creato la cartella Prova sul Desktop. Creiamo adesso quattro file che chiameremo: Topolino.txt, Paperino.odt, Pluto.ods, Paperina.jpg. Vediamo come fare.

Per creare un file si possono utilizzare diversi metodi. Creiamo questi file cliccando in uno spazio vuoto del Desktop e dal menù contestuale, che appare, clicchiamo sulla voce Crea nuovo documento. Dal sotto menù, che si apre, scegliamo la voce Documento vuoto. Appare sul Desktop l'icona di un nuovo file

Icona Nuovo documento

Figura 112. Icona nuovo documento

 

Digitiamo il nome Topolino.txt e confermiamo cliccando in uno spazio vuoto o premendo il tasto INVIO della tastiera.

Allo stesso modo creiamo anche gli altri file: Paperino.odt, Pluto.ods, Paperina.jpg

(In Ubuntu 16.04 LTS, creando un file con questo metodo, non si ha l'associazione automatica al programma. Per ottenere l'associazione bisogna creare il file, aprirlo facendo doppio clic su di esso, digitare qualsiasi cosa, andare su File → Salva e poi chiudere gedit)


File creati

Figura 113. File creati

 

Come possiamo notare, i file sono stati disposti nel Desktop in maniera disordinata. Per ordinare questi file clicchiamo, con il tasto destro del mouse, in uno spazio svuoto e dal menù contestuale clicchiamo sulla voce Ordina icone per nome. In questo modo le icone verranno disposte sul Desktop in colonna in ordine alfabetico. Prima verranno ordinate le cartelle e poi i file

Icone ordinate

Figura 114. Icone ordinate

 

Tutte le cartelle vengono rappresentate dalla medesima icona: un'immagine a forma di cartella di colore arancione. I file invece vengono rappresentati da delle icone diverse. Da che cosa dipende il tipo di immagine che viene assegnata ad un file? Dal tipo di programma a cui sono associati. Vediamo questo nel dettaglio. Possiamo dire che i file hanno un nome e un cognome separati da un punto. Il nome è quello che noi assegniamo al file. Ai quattro file creati in precedenza abbiamo assegnato i nomi: Topolino, Paperino, Pluto, Paperina. Il cognome dipende dal tipo di programma con cui vogliamo aprire questo file o con che tipo di programma creiamo il file. Assegnando a Topolino il cognome .txt abbiamo detto, al computer, che questo sarà un file di testo semplice. Per elaborare i file di testo utilizziamo il programma gedit (Editor di testo), un programma molto semplice che serve per creare del testo. Assegnando a Paperino il cognome .odt abbiamo detto, al computer, che questo sarà un file di testo più elaborato. Vogliamo lavorare su questo file utilizzando il programma LibreOffice Writer. Assegnando a Paperina il cognome .jpg abbiamo detto, al computer, che questo file rappresenta un'immagine e quindi quando desideriamo visualizzarlo, deve utilizzare un programma per la visualizzazione delle immagini. Assegnando a Pluto il cognome .ods abbiamo detto, al computer, che vogliamo lavorare su questo file utilizzando il programma per i fogli di calcolo LibreOffice Calc.

Le cartelle e i file hanno anche una "carta d'identità" che ci da molte informazioni sugli stessi. Per accedere alla "carta d'identità" di una cartella o di un file dobbiamo cliccare, con il tasto destro del mouse, sull'icona del oggetto di cui vogliamo vedere la "carta d'identità" e dal menu contestuale che appare scegliere la voce Proprietà. Guardiamo ad esempio la "carta d'identità" del file Topolino.txt

Proprietà file

Figura 115. Proprietà del file

 

La carta d'identità del file Topolino.txt si presenta con tre schede. Nella prima scheda, Generale, ci sono le informazioni generali:

  • NomeTopolino.txt. Se lo desideriamo da qui è possibile modificare il nome del file;
  • TipoDocumento di testo semplice. In questo caso il file contiene o è stato creato per contenere del semplice testo. Tra parentesi viene indicato il nome tecnico nel File system, ma questo è un argomento avanzato su cui non ci soffermiamo;
  • Dimensione0 byte. Nella memoria del nostro computer, il contenuto del file occupa 0 byte. Infatti al suo interno non abbiamo ancora scritto niente;
  • Posizione /home/anerina/Scrivania. Indica in quale posizione nel File system si trova il nostro file. Sappiamo che si trova nella Scrivania, la quale si trova dentro la cartella corso, che si trova dentro la cartella home, che si trova nella cartella radice (/);
  • Ultimo accesso – Indica la data e l'ora in cui il file è stato aperto l'ultima volta;
  • Ultima modifica – Indica la data e l'ora in cui il file è stato salvato o modificato l'ultima volta;

Notiamo, in basso a sinistra, il pulsante Aiuto. Se clicchiamo su questo pulsante si apre la finestra Guida Ubuntu Desktop che illustra tutte le informazioni relative alle proprietà del file.

In basso a destra è presente il pulsante Chiudi, utilizzato per salvare le modifiche e chiudere la finestra.

Nella scheda Permessi possiamo impostare i permessi sul file. Da quì possiamo decidere come e chi può utilizzare questo file. Questo è un argomento avanzato su cui non ci soffermiamo

Permessi del file

Figura 116. Permessi del file

 

Nella scheda Apri con..., funzione che abbiamo visto in precedenza, possiamo impostare, in modo permanente, con quale applicazione verrà aperto il file. Da quì possiamo selezionare una diversa applicazione per aprire questo tipo di file. Cliccando sul pulsante Imposta come predefinita, non solo il file di cui stiamo visualizzando le proprietà, ma tutti i file con estensione .txt verranno aperti, quando faremo doppio clic su di essi, con l'applicazione selezionata. In questo caso gedit

Impostare l'applicazione

Figura 117. Scheda Apri con

 

Chiudiamo la finestra.

Se invece controlliamo la "carta d'identità" di una cartella possiamo vedere alcune informazioni aggiuntive. Ad esempio, se controlliamo le proprietà della cartella Prova, possiamo sapere quanti file e cartelle ci sono al suo interno (Contenuto:), nel nostro caso ci sono 2 oggetti: la cartella Raccoglitore e il file Non dimenticare!, e quanto spazio libero è rimasto su disco (Spazio libero:)

Proprietà cartella

Figura 118. Proprietà cartella Prova

 

Se controlliamo le proprietà di un file audio possiamo capire, il formato in cui è stato codificato ed eventualmente, se chi ha creato il file ha inserito i dati di artista, titolo, anno e album, possiamo vedere anche queste informazioni. Se invece stiamo guardando le proprietà di un file video, dalla scheda Audio/Video, possiamo capire in quale formato è stato codificato e quanto è la sua durata in ore, minuti, secondi

Guardiamo le proprietà del video Aprite gli occhi...

Proprietà file video

Figura 119. Proprietà file video

 

Chiudiamo le finestre.

 

16 Home/File

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sull'apposito pulsante