Crea sito

Spazi di lavoro

Gli spazi di lavoro sono delle aree di lavoro. E' come se avessimo più Desktop a disposizione. L'interfaccia che ci viene mostrata di base, si trova nello spazio di lavoro numero1. Per poter accedere ai diversi spazi di lavoro, dobbiamo inserire l'apposita icona sul Launcher. Per fare questo dobbiamo cliccare in uno spazio vuoto del Desktop e dal menù contestuale che appare scegliere la voce Cambia sfondo scrivania. Si apre la finestra Aspetto che abbiamo visto in precedenza. Ci spostiamo nella scheda Comportamento e inseriamo il segno di spunta nella casella Abilitare gli spazi di lavoro

Abilitare gli spazi di lavoro

Figura 167. Abilitare gli spazi di lavoro

 

Se osserviamo la barra del Launcher, vediamo che è presente una nuova icona che ci permette di selezionare gli spazi di lavoro

Selettore spazio di lavoro

Figura 168. Selettore spazio di lavoro

 

Possiamo considerare le aree di lavoro come schermi virtuali pronti ad essere usati in qualsiasi momento. Tutte le aree di lavoro sono uguali. Infatti contengono la stesso sfondo, gli stessi pannelli, gli stessi menù e le stesse icone sul Desktop. In ciascuna area di lavoro è possibile eseguire diverse applicazioni e aprire diverse finestre. Le finestre rimarranno in un area finché non le si sposta in un'altra area di lavoro. Queste aree di lavoro sono:

  • spazio di lavoro 1, in altro a sinistra;
  • spazio di lavoro 2, in alto a destra;
  • spazio di lavoro 3, in basso a sinistra;
  • spazio di lavoro 4, in basso a destra.

Per passare da uno spazio di lavoro all'altro, clicchiamo sull'icona Selettore spazio di lavoro che si trova nel Launcher. In questo modo lo spazio di lavoro attivo si riduce per lasciare posto al selettore di spazi di lavoro

Selezione spazio di lavoro

Figura 169. Selezione spazio di lavoro


A questo punto, clicchiamo sullo spazio di lavoro in cui ci si vuole spostare. Supponiamo di volerci spostare sullo spazio di lavoro in alto a destra. Clicchiamo quindi sul riquadro in alto a destra. Il selettore degli spazi di lavoro scompare e ci ritroviamo nello spazio di lavoro numero 2.
Per capire meglio questo concetto apriamo delle finestre (cioè dei programmi) in diversi spazi di lavoro. Iniziamo, ad esempio, aprendo la cartella Collegamento a... sullo spazio di lavoro in cui ci troviamo (il numero 2). Facciamo doppio clic sull'icona di collegamento che si trova sul Desktop ed ecco che la finestra si apre in questo spazio di lavoro. Clicchiamo, nuovamente, sull'icona Selettore spazio di lavoro e spostiamoci sullo spazio di lavoro numero 3. In questo spazio di lavoro mandiamo in esecuzione il file Paperina.jpg. Clicchiamo su Collegamento a... e da qui navighiamo tra le cartelle sino a trovare il file. Clicchiamo, nuovamente, sull'icona del selettore degli spazi di lavoro e ci spostiamo sullo spazio di lavoro numero 4 dove apriamo il file Paperino.odt.
Se clicchiamo nell'icona Selettore spazio di lavoro la situazione che ci ritroviamo di fronte è quella mostrata in figura


Situazione spazi di lavoro

Figura 170. Situazione spazi di lavoro

 

Come abbiamo visto possiamo aprire diverse applicazioni in diversi spazi di lavoro. Possiamo impostare l'aspetto del Desktop nello spazio di lavoro 1, mentre stiamo navigando tra le cartelle nello spazio di lavoro 2, nel momento in cui stiamo visualizzando delle immagini nello spazio di lavoro 3 e scrivendo un testo nello spazio di lavoro 4. In questo modo è possibile tenere separati i vari lavori e non fare confusione tra l'uno e l'altro. Può essere molto comodo.
È possibile spostarsi da uno spazio di lavoro all'altro anche utilizzando le combinazioni da tastiera.
Clicchiamo sullo spazio di lavoro 1. Da questo punto, per potersi spostare nello spazio numero 2, bisogna premere i tasti CTRL + ALT + FRECCIA A DESTRA. In questo modo ci si sposta nello spazio di lavoro numero 2. Sullo schermo appare un mini riquadro che mostra gli spazi di lavoro con evidenziato lo spazio di lavoro su cui ci troviamo

Spostamento nello spazio di lavoro 2

Figura 171. Spostamento nello spazio di lavoro 2

 

Nel momento in cui rilasciamo i tasti della tastiera, il mini riquadro sparisce.
Per tornare allo spazio di lavoro precedente bisogna premere CTRL + ALT + FRECCIA A SINISTRA. Per spostarsi nello spazio di lavoro in basso bisogna premere CTRL + ALT + FRECCIA IN BASSO e così via, in base alla posizione in cui ci si trova e allo spazio di lavoro in cui ci si vuole spostare. Questo metodo può essere molto comodo per una persona che sta scrivendo un testo e ha bisogno di spostarsi in un altro spazio di lavoro per controllare qualcosa. In questo modo non perde tempo a togliere le mani dalla tastiera, per prendere il mouse, per cliccare sull'icona Selettore spazio di lavoro, ma può spostarsi, utilizzando le combinazioni da tastiera, direttamente sullo spazio di lavoro desiderato.
Può nascere l'esigenza di dover spostare un programma da uno spazio di lavoro ad un altro. Supponiamo che vogliamo spostare la finestra del file Paperino.odt nel primo spazio di lavoro. Vediamo come si fa.
Ci spostiamo nello spazio di lavoro che contiene il file (spazio numero 4) e con la finestra Topolino.txt de-massimizzata, clicchiamo, con il tasto destro del mouse, in uno spazio vuoto sulla barra del titolo. Appare un menù contestuale dove possiamo vedere diverse voci

Menù contestuale barra del titolo

Figura 172. Menù contestuale della barra del titolo

 

Selezioniamo la voce Sposta su altro spazio di lavoro e nel sotto menù, che si apre, clicchiamo su Spazio di lavoro 1. Lo spazio di lavoro non selezionabile è lo spazio di lavoro corrente cioè quello in cui si trova la finestra. Come possiamo notare dallo spazio di lavoro in cui ci troviamo, la finestra del programma scompare e se ci spostiamo nello spazio di lavoro1, la ritroviamo lì.
Possiamo spostare le finestre anche, visualizzando tutti gli spazi di lavoro, cliccando sulla finestra e trascinando la finestra in un altro spazio di lavoro. Con questo metodo, riportiamo la finestra del file Paperino.odt nello spazio di lavoro numero 4.

 

27 Indicazioni grafiche nel Launcher

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sull'apposito pulsante